mercoledì 28 agosto 2013

Il piccolo principe - ultima parte!

Nei giorni scorsi ho terminato la realizzazione dei pianeti del Piccolo Principe (se non sapete di cosa sto parlando e vi siete persi le puntate precedenti potete aggiornarvi cliccando qui e qui ) ma in questo periodo non sono riuscita a caricare in tempo reale l'avanzamento dei lavori.
Lo faccio ora!
Breve carrellata dei pianeti..
Il pianeta dell'ubriaco!

Ho allestito una simpatica tavernetta in vecchio stile, con pavimento stampato a finte mattonelle bianco-nere, una classica tavola con tovaglia a scacchi bianco-rossa, una panchetta fatta di vecchi tappi di sughero...
..e non potevano mancare bottiglia (vecchia boccettina di profumo) e bicchiere!


Ho aggiustato qualche dettaglio nel pianeta dell'Uomo d'Affari (che potete vedere anche qui), sostituendo il tavolo che avevo fatto con una scrivania più da "contabile". L'ho realizzata con del compensato di recupero (il retro di una vecchia cornice) e delle perline in plastica nera per i pomelli dei cassetti.


Ho aggiunto qualche ninnolo in più al mondo del Geografo (che potete vedere anche qui) : un mappamondo fatto con un grande occhiello a vela da pelletteria come base e una sfera in pietra dura che ho recuperato in un vecchio cassetto:

Per "esigenze di copione" nella stanza del Geografo ho dovuto aggiungere anche una scala a chiocciola...

realizzata con dei pezzettini di compensato adesivo che erano rimasti da quando gli operai mi hanno montato la cucina nuova in casa due anni fa (lo sapevo che prima o poi mi sarebbero serviti!)


Un angolo del teatrino è stato destinato al prato delle  Rose: qui l'allestimento è stato molto semplice, ho realizzato delle classiche roselline in  nastro di raso rosso, come quelle che spesso di vedono sulle bomboniere, montate su fil di ferro.

Il pianeta del Lampionaio è quello che mi ha procurato la maggior parte dei grattacapi!
All'inizio di questo lavoro mi sono "imposta" di usare solo materiale di recupero, senza comprare nulla per la realizzazione dei vari pianeti.
Quando cavalco un'idea sono un po' testarda e questo tipo di scelta mi ha portato un po' di problemi per la realizzazione dei lampioni...finchè non mi è venuta l'idea di usare delle cannucce da cocktail come base :-) Perfette!
Il cappello del lampione è statp realizzato con scarti di pellame, il fondo del pianeta invece riproduce dei bolognini stradali, che ho dipinto a mano su carta e poi plastificato come se la strada fosse bagnata e avesse dei riflessi lucidi.

Per il pianeta del Vanitoso ho realizzato un cappello a cilindro, che poi avrebbe indossato il burattino dedicato a questo pianeta, con della pelle nera, del nastro di recupero e una bella piumetta di ghiandaia che (fortuna mia!) ho trovato mentre passeggivo nei boschi qui intorno a casa proprio il giorno prima del termine entro cui finire il lavoro!

Purtroppo al momento mi mancano le foto di alcuni pianeti per completare la descrizione dell'intero lavoro, ma ho cancellato per errore degli scatti e oramai il teatrino è stato consegnato al "committente" (grazie Michele per la totale fiducia anarchica che hai riposto in me!).
Non avrei mai pensato di realizzare un progetto di questo tipo: davvero molto diverso da ciò di cui mi occupo solitamente.
Ammetto però che mi sono divertita davvero tanto!
Il fattore "tempo " (7 giorni a disposizione!) è stato abbastanza pressante, ma l'idea di usare solo materiali di recupero e di fonte domestica alla fine è riuscita ad agevolarmi anche nelle tempistiche: spesso abbiamo sotto gli occhi un'infinità di stimoli e serve davvero poco per coglierli!
" L'essenziale è invisibile agli occhi." (cit. d'obbligo!)
Spero vi siate divertiti in questo piccolo viaggio fra i pianeti :-)
I bambini che hanno assistito allo spettacolo di burattini che si è svolto in questo teatrino a Cles (val di Non TN) una decina di giorni fa sembravano molto curiosi di questi piccoli mondi e io altrettanto soddisfatta dell'opera nel vederli così rapiti al racconto della favola.
Alla prossima! :-)

2 commenti:

  1. che bello, hai fatto un lavoro favoloso!!!!

    RispondiElimina
  2. grazie Sandra! più che altro ho cercato di divertirmi nel farlo, e devo dire che ci sono riuscita! :-) A presto! (dobbiamo andare a visitare il Lab di Anna!)

    RispondiElimina